WELCOME_MESSAGE

Procura Template - Ministero della Giustizia

Procura template

Certificato del Casellario Giudiziale richiesto dal datore di lavoro (anche ON LINE)

cos' è

Il certificato del Casellario Giudiziale richiesto dal datore di lavoro è previsto dall’art. 25 bis del D.P.R. 313/02 ed è stato introdotto dal D.lgs. 39/2014.

Deve essere richiesto dal soggetto che intenda impiegare al lavoro una persona per lo svolgimento di attivita' professionali o attivita' volontarie organizzate che comportino contatti diretti e regolari con minori, al fine di verificare l'esistenza di condanne per taluno dei reati di cui agli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale, ovvero l'irrogazione di sanzioni interdittive all'esercizio di attivita' che comportino contatti diretti e regolari con minori.

 

UFFICIO INCARICATO

Il Casellario Giudiziale

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Requisiti della richiesta:

La richiesta del certificato può essere presentata utilizzando l'allegato  Mod.Cas.C."Richieste al Casellario Giudiziale da parte del Datore di Lavoro" e deve essere sempre sottoscritta dal datore di lavoro, unitamente a:

  • ricevuta del pagamento ESCLUSIVAMENTE tramite pagoPA:

di € 19.92 per certificati da rilasciare senza urgenza oppure

di € 23.84 per certificati da rilasciare CON URGENZA (in questo caso certificati o visure saranno rilasciati nella stessa giornata della richiesta, dalle ore 12.45 alle ore 13.00).

  • copia del documento di identità in corso di validità del datore di lavoro (Decr. Dir. 01/08/2005);
  • copia dell'atto dal quale risulti la titolarità o la rappresentanza legale del richiedente - datore di lavoro qualora l'assunzione avvenga da parte di una società, ditta, scuola privata non paritaria, associazione, etc.

Se la richiesta NON è presentata personalmente dal datore di lavoro, occorre anche:

I casi di esenzione dal bollo, con corresponsione dei soli diritti di certificazione, sono elencati nel D.P.R. 642/72, tabella allegato B.

L’utente che intenda usufruire dell’esenzione dal pagamento del bollo, produrrà idonea documentazione a dimostrazione di tale diritto (es.: dichiarazione del Presidente della ONLUS che il certificato richiesto dal privato è legato ad una attività della stessa, etc.).

Modalità  rilascio certificati:

Il certificato richiesto del datore di lavoro potrà essere richiesto direttamente allo sportello o prenotato on line tramite il sito del Ministero della Giustizia (si veda link Prenota on-line all'interno di questa pagina) e sarà ritirato presso questo Ufficio trascorsi due giorni lavorativi dall'avvenuta prenotazione.

Per i certificati prenotati on-line, al ritiro il datore di lavoro dovrà produrre, in copia, il proprio documento identificativo in corso di validità (se non già inviato in allegato in fase di prenotazione) e consegnare il modulo di richiesta di prenotazione  firmato o apporre una firma a quello conservato presso l'ufficio. In caso di delega al ritiro, il delegato produrrà i moduli di prenotazione e di delega, prodotti al termine della prenotazione, entrambi firmati dal datore di lavoro allegando copia del documento dello stesso in corso di validità (se non già inviato in allegato in fase di prenotazione).

Sia il datore di lavoro che il suo eventuale delegato produrranno altresì copia dell'atto dal quale risulti la titolarità o la rappresentanza legale del richiedente - datore di lavoro qualora l'assunzione avvenga da parte di una società, ditta, scuola privata non paritaria, associazione, etc.

E’ possibile prenotare ed ottenere l’invio telematico via PEC del Certificato del Casellario Giudiziale.

Una volta effettuata la prenotazione del certificato tramite il seguente link: https://certificaticasellario.giustizia.it/web/guest/prenotacertificato sarà sufficiente inviare

all’indirizzo PEC: casellario.procura.latina@giustiziacert.it o

all’indirizzo PEO: casellario.procura.latina@giustizia.it

  • modulo di prenotazione firmato dal richiedente,
  • copia del documento d’identità in corso di validità del richiedente.
  • ricevuta del pagamento con PagoPA dell’importo per i diritti e bolli dovuti tramite accesso al Portale PST Giustizia e secondo le modalità indicate nel Manuale PagoPA.

Tale importo sarà quantificato direttamente dalla piattaforma https://certificaticasellario.giustizia.it/web/guest/prenotacertificato in sede di prenotazione del certificato o visura.

Eventuale delega, qualora il titolare dell’indirizzo PEC non corrisponda al richiedente il certificato. Tale delega dovrà essere corredata da copia del documento d’identità in corso di validità del delegato e contenere l’indicazione della PEC cui inviare il certificato.

Il certificato sarà redatto, firmato digitalmente ed inviato via PEC esclusivamente ad indirizzi PEC (NON ad indirizzi PEO).

Link per prenotare i certificati:   Prenota on-line

Per approfondimenti sulle diverse tipologie di certificati sopra indicati si rinvia al sito del Ministero della Giustizia.

 

Torna a inizio pagina Collapse